L'utilizzo della CPU al 100% è dannoso mentre è in esecuzione update-apt-xapi?


31

(Sistema: 11.10 con Unity 3D)

Quando update-apt-xapi è in esecuzione, l'utilizzo della CPU rimane al 100% (per circa un paio di minuti). È normale? Comprendo che il comando esegue update-apt-xapian-index per aggiornare l'indice dei pacchetti software.

La mia domanda è questa: è accettabile un utilizzo della CPU così elevato per un paio di minuti? (Ho un laptop Dell Inspiron 1545 e il processore è "CPU Intel® Core ™ 2 Duo T6400 @ 2,00 GHz × 2")

Se potrebbe essere dannoso, quali precauzioni può prendere un utente non tecnicamente competente?



lesmana, ho commentato in quella domanda la possibilità che update-apt-xapian-index potrebbe non essere presente in 12.04.

Risposte:


16

È completamente innocuo. Se dovesse continuare all'infinito, potresti correre:

sudo killall update-apt-xapian-index

per salvare la tua CPU dalla frittura: D, che è probabilmente un rischio solo quando il tuo sistema ha un cattivo raffreddamento.

Per rispondere alla tua "sotto-domanda", non è realmente "accettabile", in quanto non è ciò che è l'ideale, ma è "accettabile" nel senso che non dura abbastanza a lungo da causare danni :) .

Consiglio dell'esperto:
quando questo programma è in esecuzione, smetti di fare qualsiasi cosa tu stia facendo sul computer in quel momento, a meno che non sia critico / importante, e se hai l'indicatore della frequenza della CPU, impostalo per le prestazioni per il momento, e lascia che l'applicazione esegua i suoi passi. In questo modo, finirà più velocemente e il tuo sistema sarà più agevole da utilizzare quando sarà terminato (a causa di un minore blocco delle risorse).


Grazie! Questo è quello che faccio: chiudo altri programmi (browser, Calc, Movie Player) e aspetto fino a quando l'utilizzo della CPU diminuisce. Ci vogliono ancora uno o due minuti. Ho installato l'indicatore di carico del sistema di Hofmann.

1
E anche se il tuo sistema avesse un cattivo raffreddamento, eseguire una CPU al 100%, anche costantemente per mesi , sarebbe molto improbabile che causasse problemi, perché la velocità della CPU diminuirà quando la temperatura diventa troppo alta e se ciò non è in grado in tal caso, il BIOS spegnerà la macchina, a meno che non sia configurato manualmente per non farlo. (L'unico danno che potrebbe derivare potrebbe essere la perdita di dati dalla macchina che si spegne improvvisamente ... e anche questo sarebbe meno probabile rispetto a un'interruzione di corrente, perché presumibilmente sarebbe fatto in un modo che consentirebbe la lettura / scrittura del disco rigido va a riposare).
Eliah Kagan,

1
@EliahKagan mentre è tutto a posto e dandy (e vero) - non è consigliabile consentire a un laptop di surriscaldarsi troppo a lungo (alcuni non si spengono immediatamente ad alta temperatura). La scommessa più sicura è evitarlo.
RolandiXor

1
@EliahKagan il mio laptop principale (HP dv7 1020us) ne è un esempio. Il calore ha ucciso la mia batteria due volte. Adesso basta, grazie.
RolandiXor

1
come sempre .. sei fantastico .. !!! +1
Prasad RD

9

Potrebbe essere risolto solo in modo soddisfacente con:

apt-get purge apt-xapian-index

Ciò ha rimosso il programma difettoso dal sistema e confido che il mio laptop non inizierà a utilizzare la CPU al 100% e contemporaneamente cestinerà nuovamente i dischi rigidi.


3

Conviene che l'utilizzo della CPU al 100% per diversi minuti non causerà alcun danno.

Puoi sempre usare:

acpi -tf

per controllare la temperatura del sistema, se sei preoccupato.

Inoltre, invece di uccidere il processo, potresti voler provare a regolare la priorità del processo.

Per prima cosa trova l'id del processo:

pgrep update-apt-xapian-index

Quindi impostare la priorità (-20 è il più alto e 19 è il più basso):

renice 19 -p PID

Ciò imposterebbe il processo di aggiornamento sulla priorità più bassa. Ci vorrebbe più tempo per terminare, ma renderebbe utilizzabile il sistema mentre è in esecuzione.


Non avrei dovuto farlo ogni volta? Mi chiedevo se fosse possibile regolare la "gentilezza" una volta per tutte.

1
Sulla riga 463 di /etc/cron.daily/apt dovrebbe esserci la linea nice ionice -c3 update-apt-xapian-index -q $xapian_extra_args, cambiandola in nice -n 19 ionice -c3 update-apt-xapian-index -q $xapian_extra_args. Sono abbastanza sicuro che questo è da dove viene lanciato l'indice.
dpendolino,

@dpendolino Bella scoperta, grazie. Dovrò provarlo.
mikewhatever,

Sfortunatamente, anche questo non risolve il problema. : ~ (
mikewhatever

The nicee ionicefix sono stati integrati in /ect/cron.weekly/apt-xapian-index, secondo questo post del forum .
ignis

2

Elenco di alcune alternative alla soluzione di rimozione del pacchetto.

  • È possibile rendere /etc/cron.weekly/apt-xapian-index-updatenon eseguibile:

    chmod ax /etc/cron.weekly/apt-xapian-index-update

  • In alternativa, modifica quello script per passare il parametro --updateal update-apt-xapian-indexcomando, in modo che aggiornerà l'indice anziché ricostruirlo. (Ad esempio, il 13.04, sostituire le parti $CMD --quietcon $CMD --update --quiet) ( Sorgente )

Notare che rimuovere il pacchetto (o impedirne l'esecuzione) non romperà il sistema, ma rallenterà le ricerche in Synaptic e APT. Vedi anche: " Che tipo di danno c'è dalla rimozione (eliminazione) del pacchetto apt-xapian-index? "


1

Ho trovato un articolo che fornisce il codice per rendere update-apt-xapipiacevole il gioco e ridurre l'utilizzo della CPU. Leggi qui .

Non l'ho ancora testato personalmente, ma sto per farlo - e il thread dei commenti fornisce prove di risultati positivi.

Aggiornamento : l'articolo collegato fornisce alcune righe da aggiungere / modificare nel file cron per ridurre la CPU durante l'aggiornamento. A quanto pare, quelle righe erano già presenti nel mio caso, quindi nessun aiuto per me lì. Potrebbe fare la differenza per gli altri.


Sebbene ciò possa teoricamente rispondere alla domanda, sarebbe preferibile includere qui le parti essenziali della risposta e fornire il collegamento come riferimento.
RolandiXor

1
@RolandTaylor - buon punto! voce aggiornata.
Dɑvïd,
Utilizzando il nostro sito, riconosci di aver letto e compreso le nostre Informativa sui cookie e Informativa sulla privacy.
Licensed under cc by-sa 3.0 with attribution required.